Rispondi a: Blender + Unity

#536953

Francesco di Buono
Partecipante
  • Associato Blender Italia
  • Professionista accreditato

Ciao Nii,

Io NON sono un grafico low poly, ma un po’ di tempo fa ho fatto dei lavori in Unity e Unreal per archviz. Quindi per curiosità ho iniziato a studiare Unity e C# con l’ intento (molto da sogno nel cassetto) di fare un gioco. Con un altro nerd come me ci siamo messi e in qualche mese di tutorial e prove, abbiamo tirato fuori un “giochino” tipo runner -una sfera in un corridoio con ostacoli e punti da raccogliere-

Inutile dirti (cioè non so, perciò ti racconto la mia esperienza) che è stata una faticata incredibile, anche solo per fare i menù e gli spawn point. Non ti dico far comparire del testo in movimento sugli oggetti… Ci sono voluti mesi, anche se nel tempo libero, per tirare fuori qualcosa. La modellazione è stata il meno, sinceramente non credevo che fosse così difficile mettere su un gioco, anche elementare.

Quindi per rispondere alle tue domande: Blender va alla grande per la modellazione, unity carica il formato nativamente. No, i materiali vanno fatti in Unity, il motore di rendering NON è quello di Blender; le texture invece dipende, sicuro dovrai scucire le UV, ma l’ applicazione la fai in Unity. Le animazioni sempre in Blender, ma anche questo è di una difficoltà non adatta ai principianti, è assolutamente inutile pensare di imparare a farle in poco tempo.

Detto ciò, la parte di programmazione anche delegata a qualcun altro, comunque non è indifferente, perché la difficoltà non è il linguaggio (C# ha una sintassi semplice) ma il DESIGN, anche del codice. Da profano ti potrà sembrare normale voler aggiungere, che so, un salto alle animazioni del personaggio… Se non avevi pensato a inserirlo dall’ inizio, devi rifare buona parte del codice, ricalibrare le animazioni di passaggio e testarne la fisica e la collisione. Tutto ciò mentre il compilatore ti sputa fuori messaggi di errore

Quindi non voglio scoraggiarti, ma ti consiglierei di iniziare da qualche tutorial classico tipo Rolla a Ball, così da avere un’ idea più precisa di quali sono le tue possibilità. Poi trova qualcuno con le competenze che ti mancano e studiate i rispettivi ambiti. Un gioco è quanto di più avanzato e tecnologico esista attualmente nella produzione intellettuale, cerca di affrontarlo con consapevolezza o finisci per incontrare ostacoli troppo grandi