Blender Italia forums Supporto Utenti Supporto Materiali e texture texture blender 2.8 Rispondi a: texture blender 2.8

Harvester
Moderatore
#765766

Risposta breve: il problema è dovuto ai percorsi assoluti alle risorse esterne presenti nel file .blend e che sono fissi, quindi se sposti qualcosa questo percorso per forza è destinato a cambiare e Blender non trova più il file avendo ancora in memoria il percorso precedentemente salvato.

 

Risposta lunga

Perchè i percorsi alle risorse esterne al file .blend (come, per esempio, un file immagine per una texture da usare in uno shader) possono essere di tipo assoluto (C:\nomecartellaprogetto\immagini\piastrella.jpg) oppure relativo (//immagini\piastrella.jpg) rispetto alla posizione del file .blend sul quale stai lavorando, ipotizzando che il file .blend del progetto sia nella cartella C:\nomecartellaprogetto\).

Fai qualche esperimento per prenderci la mano. Puoi chiedere a Blender di ricalcolare TUTTI i percorsi come assoluti o relativi all’interno del file di lavoro .blend prima di salvarlo.

Ora, se lavori in collaborazione con altre persone e vuoi condividere il tuo lavoro il mio spassionato consiglio è di creare sempre una cartella radice per il progetto all’interno della quale piazzare tutti i file .blend, le texture (//textures piuttosto che //immagini visto che Blender va a cercare questa specifica cartella nella directory del progetto) e quant’altro necessario. Tutto sotto questa cartella radice.

A questo punto, avendo avuto prima l’accortezza di verificare la correttezza di tutti i link e ricalcolato tutti i percorsi come relativi, puoi comprimere la cartella radice del progetto con tutto ciò che essa contiene e passarla a terzi che, dopo averla scompattata, potranno lavorarci mantenendo tutti i link funzionanti.

Se il progetto consiste in pratica in un file .blend ed una serie di immagini importate in esso, ma non organizzate come sopra indicato (cioè vai a pescare immagini o risorse al di fuori della cartella radice del progetto) allora puoi chiedere a Blender di impacchettare tutto all’interno del file .blend (che potrà diventare di dimensioni notevoli) e mandarlo al collega il quale una volta aperto potrà semplicemente lavorarci e dopo aver re-impacchettato il tutto salvare il file .blend. Questo approccio non risolve comunque eventuali problemi dei link agli asset esterni, quindi puoi spacchettare tutto e far si che Blender inserisca tutte le immagini in una cartella \textures che verrà creata appositamente se non esiste già nella cartella del progetto dove si trova il file .blend a cui stai lavorando.

 

Per esempio, dal primo giorno che ho scoperto Blender e capito come funzionava il discorso dei percorsi, avendo letto la relativa documentazione (ver. 2.57b), ho subito creato una supercartella D:\Blender Projects dentro la quale ho tutto quello che uso in Blender, dai modelli, alle texture, diverse cartelle a secondo del tipo di progetto e dentro di esse altrettante cartelle per ogni singolo progetto (o file .blend). Mi basta spostare questa cartella e mi porto dietro tutto senza problemi di sorta se uso ovunque i percorsi relativi.

Questo è come ho organizzato i mei file di progetto, asset, risorse eccetera con un esempio di un progetto e relativo contenuto:

Spero di non averti mandato nel pallone. :-) Nel caso chiedi.