globante
Partecipante
  • Blenderista
  • Post sul Forum 132
#828346

Ciao a tutti, mi aggiungo alla discussione se permettete.

Vi dico come la vedo io, ma è solo un mio parere e può essere che mi sbagli.

Negli anni non ho mai fatto il mestiere che volevo fare: lavorare nel mondo del 3D come animatore e occuparmi di vfx. Ma adesso è tardi e le cose da dover imparare e gestire sono tante.

Fatta questa premessa, sul discorso del scegliere una triennale o un master, mi sono guardato intorno (internet) e ci sono offerte ottime in entrambe le situazioni.

Ma il mio consiglio è di: non perdere il treno!

 

Il mondo della grafica 3D e tutto quello che gira intorno ad essa, cinematografia/game/visual/comics e quant’altro, sta attraversando una notevole fase di trasformazione. La cosa che traina tutte è la tecnologia delle schede grafiche e il poter gestire con buona approssimazione il rendering in tempo reale. Per non parlare dei materiali pbr che sono diventati finalmente facili da creare per via dei nodi e da mettere in una libreria.

La maggior parte delle cose stanno diventando di dominio pubblico e con sempre maggiore qualità: modelli, animazioni e materiali.

I programmi 3D sono ormai ad un livello che, con la giusta pratica e passione, ti permettono di fare tutto. E se si pensa a Blender è divenuto un ottimo tutto fare: modellazione, 2D, animazione, nodi per tutto quello che serve dalle texture all’animazione e oltre, ecc..

 

Per la maggior parte si diventa 3D generalist anche scegliendo la triennale.

E’ vero che un master costa molto, ma ti offre la possibilità di passare per tutte le fasi della lavorazione nel mondo del 3D in tempi brevi. Capire per cosa veramente si è portati e scegliere da subito per trovare il lavoro per seguire la propria passione, secondo me è una opportunità. Poi, non evita di avere un background di ottima qualità.

 

In oltre nell’ambito lavorativo, si girano i ruoli professionali con estrema facilità. Specie quando a dettare i tempi sono le consegne. E nell’ambito digitale i tempi sono estremamente frenetici.

Entrare nel mondo del lavoro prima degli altri è sempre stato un ottimo vantaggio. Specie se si riesce a cavalcare l’onda dei cambiamenti che ho citato prima.

 

Come sempre mi sono dilungato, vi lascio ma non prima di aver colto l’occasione di rinnovare il mio invito, a chi si ritrova a leggere questo post, ed è nella zona di Napoli, di creare un gruppo fisico di persone che condividono la stessa passione.