Harvester
Partecipante
@harvester
#867667

Dipende molto dall’immagine di cui disponi. Come ti è stato già spiegato, passare una immagine, anche convertita in scala di grigi, ad un modificatore Displacement non garantisce affatto di ottenere un risultato accettabile, proprio perché nero non significa per forza recesso, pensa ad una scacchiera, se la usi come mappa per il displacement o le normali, qualunque software considererà le caselle nere come recesse in basso rispetto a quelle bianche, e sappiamo bene che non è così.

 

Riguardo al suggerimento di usare metodi fotogrammetrici, non è possibile usare una singola immagine per ottenere la parallasse necessaria al software per determinare la profondità di un rilievo. Perché Max parla di una immagine singola. Diverso sarebbe il discorso se Max disponesse della moneta vera e propria e di un set fotografico appropriato per riprenderne un numero di foto sufficiente per la risoluzione della superficie da parte del software di fotogrammetria che andrebbe ad utilizzare.

 

Aggiungo inoltre che qualunque software di fotogrammetria aborrisce qualunque immagine dotata di riflessi speculari o di trasparenza, quindi una bella moneta lucida potrebbe non essere propriamente riconosciuta in fase di analisi dal software di fotogrammetria, a meno che tu non possa renderne la superficie completamente opaca in qualche modo.

 

Poi, se ti vuoi accontentare di un risultato approssimativo, puoi sempre provare il metodo della scala di grigi e valutare il risultato finale.