Re:Problema: Videogame e licenza GPL

#179231

Psiko79
Partecipante
  • Blenderista
  • Conversazioni totali7
gikkio wrote:
Quote:
I videogames creati con blender non sono commercializzabili in modo serio.

MAH questa cosa mi lascia perplesso perchè hanno già  commercializzato altri game, mi sembra strano.

http://www.blender3d.org/e-shop/product … cts_id=102

beh…non mi sembra una cosa molto seria…o almeno non è paragonabile a wow, unreal, etc. Mettono online un progetto di un videogame di un roditore, ti mettono i sorgenti a disposizione dicendo che puoi farci quello che vuoi…ed infine mettono in vendita un DVD speciale con funzioni extra del game. Mi spieghi quanto possono guadagnare da una cosa così? Se riescono a farsi 1.000 euro in un anno è già  tanto. Io penso che finchè l’open source e i software proprietari rimarranno ancorati a questa concezione estremista di libertà  (da un lato e dall’altro), gli unici a rimetterci saranno i piccoli. L’open source sarà  sempre usato da nicchie e principalmente per progetti didattici o giochi per “amici”. I software proprietari saranno sempre usati in ambito professionale e taglieranno fuori tutti quei creativi che non possono permetterseli. Sulla superiorità  di software proprietari o opensource non mi pronuncio…comunque se il 90% degli utenti informatici usasse il Linux, dopo un mese tutti gli hacker del mondo inizierebbero a fare virus per linux e penso che sarebbe una strage, molto peggio del Windows. L’open source è bello e serve…ma è amministrato male, sopravvalutato ed estremizzato almeno quanto la sua controparte. Comunque parlando di cose legate a questa discussione, spero che qualcuno sappia rispondere al mio quesito precedente sulle creazioni di terze parti in videogames che finiscono sotto GPL. Penso sia un nodo cruciale per capire l’effettiva validità  ed utilità  di Blender nella realizzazione di videogames “professionali”.