Blender Italia forums Cubes Game Forum Tanto per creare qualche problema in più.

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • Angelo Beppe
    Partecipante
    @angelobeppe
    #758512

    Buon giorno a tutti;

    innanzi tutto vorrei dire che da oggi sono di nuovo disponibile per fare altri modelli, sempre ammesso che a voi vada bene di avvalervi della mia modesta collaborazione.

    Vorrei però esprimere un dubbio che mi ronza in testa da un po’. Ovvero: si è parlato molto di organizzazione del lavoro, di aspetti legali e tecnici, sono state date alcune direttive, che per quanto mi riguarda sono da prendersi come “vangelo”; ma, almeno così mi è parso, si è trascurato l’aspetto più strettamente narrativo. Cerco di spiegarmi meglio, mi sembra chiaro che il vero protagonista di questo corto sia Blender, ma il personaggio che abita la casa e digita sul computer direi che è un comprimario non da poco, però di lui non sappiamo quasi nulla.

    Come del resto non abbiamo nessuna indicazione geografica precisa; sappiamo che siamo negli stati uniti, ma gli stati uniti sono grandi. Da nord a sud forse potremo trovare la stessa tipologia di abitazione ma certamente non la stessa varietà di vegetazione.

    Per tornare al comprimario e il suo gatto, abbiamo una vaga idea che sia un amante dello sport, ma è un dilettante, o un serio appassionato? Segue una squadra in particolare di baseball? O semplicemente si diverte a fare qualche tiro con gli amici? E poi è scapolo, o vive con qualcuno? ha una compagna o dei coinquilini, (naturalmente può essere anche un compagno,) il gatto è proprio suo o, appunto,  di chi convive con lui e lui lo mal tollera?

    Probabilmente potrebbe venire da pensare che queste siano cose di poco conto, in fin dei conti ci sono i bozzetti e basta attenersi a quelli. Io credo invece che avere a disposizione una scheda del personaggio, del suo ambiente, di qualche sua aspirazione o problematica potrebbe aiutare molto nel realizzare i modelli. Faccio un esempio pratico, io pensavo di realizzare il modello della bicicletta posteggiata fuori dall’abitazione, un oggetto che probabilmente verrà inquadrato solo pochi secondi. Ho iniziato a realizzarlo ma mi sono subito bloccato, certamente anche per le difficoltà tecniche ma non solo. Il fatto è che questo oggetto, come del resto la panoramica della città, sono un biglietto da visita. La telecamera inquadrando queste cose ci dirà molto su chi stiamo andando a trovare, quindi, per tornare alla bicicletta, cosa devo mettere appoggiata al muro? Una mountain bike? Magari sporca di fango perché il baseball non è l’unico sport che interessa il nostro amico, oppure pulitissima anzi un po’ polverosa e magari pure un vecchio modello, tanto per quello che la usa. O forse è della sua compagna e quindi potrebbe essere una olandese da donna.

    Si potrebbe continuare ancora a lungo, ma credo di aver spiegato abbastanza bene i miei dubbi.

    Penso che familiarizzare col personaggio e il suo ambiente sia un aspetto indispensabile per chi dovrà arredargli la casa. Quindi avere una scheda, anche breve, che ci racconta qualcosa di lui potrebbe essere un valido aiuto.

    ^erik^
    Partecipante
    • Veterano
    • ★★
    • Post sul Forum 880
    @erik
    #758519

    Il regista,  lo scrittore e il disegnatore stanno lavorando  su questo aspetto  per dare ad ogni personaggio  un vissuto che esprima le loro caratteristiche, cosa che nei primi tempi non era stata curata come  per esempio   la stanza con mille richiami a Blender  e così  come l’ambientazione, il contesto tutto deve essere studiato. Per questo lo storyboard  deve essere il più completo e dettagliato quindi capisci quanto lavoro ci sia da fare dietro le quinte  come dicevo  il corto  è si è no il 5% di tutto quello che ci sta dietro. che poi noi tutti lo stiamo facendo nel proprio tempo libero.  ora come ora sto cercando di risolvere problemi organizzativi  per creare un infrastruttur che supporti   non solo questo  progetto  (soni i Corti dell’associazione)  verranno indette delle riunioni  (vedremo con quale cadenza ) per fare il punto della situazione .  e da li partire alla grande


    Angelo Beppe
    Partecipante
    @angelobeppe
    #758520

    Ciao Erik;

    questa è una buona notizia.

    Sarà sicuramente tutto più semplice, aspetti tecnici a parte, approcciarsi a questo lavoro se sapremo in partenza di chi stiamo parlando.

    Grazie della risposta, ora mi sento più tranquillo:

    Davide
    Partecipante
    • Veterano
    • ★★
    • Post sul Forum 482
    @loscalzo-davidegmail-com
    #758575

    Diciamo che questo è il posto ed il momento giusto anche per esprimere un mio parere. L’impostazione iniziale del corto è un animazione sull’arredo d’interni. E continua a procedere verso quella direzione.


    By Daddy
    ^erik^
    Partecipante
    • Veterano
    • ★★
    • Post sul Forum 880
    @erik
    #758598

    ciao Davide,  quella è una scena del corto , un ambientazione dove i personaggi interagiscono  e come vedi è facile travisare se non si ha il quadro generale  della cosa , per esempio dai provini  che ho mandato anche se ci sono alcuni mobili  e oggetti  diciamo la verità  esprime poco il carattere del personaggio , facciamo un po gli stalker (ma quelli buoni) , che tipo è, uno sfegatato di blender?,  dalla libreria:, gli piace l’arte e le moto? le auto? gli animali ?, la stanza deve raccontare qualcosa di lui, come mai c’è una mazza da baseball ? chi ama ?  dove vive , in città in campagna? insomma che tipo è ed è quello che  Angelo sta chiedendo, questo serve a capire quanto una semplice immagine può raccontare quando fai un’ambientazione  o ti inventi di creare una storia, i dettagli.

     


    Angelo Beppe
    Partecipante
    @angelobeppe
    #759006

    Salve a tutti;

    finalmente abbiamo un trattamento e delle schede personaggi; sapendo di chi stiamo parlando, d’ora in poi, sarà sicuramente più intuitiva e facilitata anche la realizzazione dei modelli.

    Personalmente ho ancora qualche problema a capire le linee guida, flusso di lavoro e cose del genere, ma è un problema mio, prima o poi ci arrivo.

    Quello che invece vorrei dire, e spero di non risultare antipatico, sopratutto a Carin che mi pare si sia già abbastanza prodigata per questo progetto; è che ho notato un paio di piccole incongruenze nella storia.

    A parte che tra Bob, Tom, Al, Sal, ho avuto più di una difficoltà a capire chi stesse recitando sul momento, ma questa è una scelta personale che non voglio discutere.

    Invece mi lascia molto perplesso la scena finale In cui Tom “pensa”: “tra il gatto e la vicina oggi non riesco ad avere un attimo di pace”; questa storia non è ne un fumetto ne un romanzo e non prevede testi scritti, come facciamo a far capire al pubblico che Tom, in quel momento, sta pensando tutto quel po po di frase? E questo era il primo dubbio, il secondo è che Tom viene descritto come un amante degli animali e in particolare del suo gatto, però lo scaccia in malo modo, ( con una manata), dalla scrivania. Ora è anche vero che, con tutto quello che gli sarà costato, anche per il computer il nostro protagonista avrà riservato una buona fetta di cuore, ma da come viene descritto il caro Tom, non ce lo vedo proprio a maltrattare il suo gatto.

    Forse sarebbe meglio evidenziare l’aspetto ruffiano del felino nei confronti del padrone, esso infatti nel mettere in atto le sue armi, tipo occhioni innocenti, fusa e strusciamenti riesce sempre ad abbonire l’umano e schivare ogni possibile punizione. Naturalmente è solo una delle tante possibilità per evitare questa incongruenza nel carattere di Tom.

    Spero di non aver attirato le ire di nessuno con questa critica, ma il fatto è che quando il tarlo ti entra in testa l’unico modo per alleviarne il fastidio è toglierselo di torno.

     

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.