Andrea Coppola

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 19 articoli - dal 1 a 19 (di 19 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #757287

    Quando scarichi Blender 2.8, fai il download di uno zip. Quando lo scompatti hai una cartella pronta che devi semplicemente copiare nella cartella Blender Foundation sul tuo PC accanto alla cartella di Blender 2.79.

    #757282

    Certamente. Basta che cambi la cartella di destinazione. Puoi installare tutte le versioni che desideri.

    #756228

    Il background è grigio.

    Hai alcune soluzioni:

    1. apri la parete alle spalle della camera e permetti alla luce di entrare;
    2. metti un HDRI come background
    3. imposti il colore bianco come background e forzi l’emissione a 5, 8, 10… quello che serve. Alzi poi la potenza del sole per generare un’ombra direzionale. In Compositing, poi, aggiungeraiil bagliore con un blur alla finestra bianca. Ti consiglio di mettere una tapparella e delle tende per attutire la luce e creare delle ombre interessanti;
    4. inserisci alle spalle della camera, in alto o nelle zone d’ombra delle Area Light (potenza variabile), eliminando la proiezione delle ombre, in modo da schiarire le zone scure.

    Non c’è un metodo base. Prova e dimmi quale metodo preferisci.

    #584160

    L’IOR del vetro è 1,33.

    #583523

    Io concordo con tutte le vostre perplessità, anche se ritengo che ne verrà fuori un ottimo prodotto, bello a vedersi, usefull e professionale. Probabilmente è molto più ordinato nell’organizzazione della UI. Al momento è utilizzabile. A me non è mai crashato (almeno ultimamente) anche se non l’ho mai “spinto” tanto.

    Capisco che si possa rimanere destabilizzati, ma a guardarlo bene è sempre il nostro Blender. Davvero non è che cambi tantissimo. Al di là dell’introduzione di Eevee (che personalmente avrei concepito come opzione Realtime di Cycles), penso che alcune scelte se le sarebbero potute risparmiare o quanto meno implementare come opzioni. Si pensi alle Collection, come per certe cose e poco veloci per altre. Preferivo i layer che personalmente avrei lasciato come opzione.

    Capisco anche il tentativo e la voglia di voltare pagina. Ci sta. Mi semra che qui nessuno contesti il prodotto o la futura stabilità, ma esclusivamente questo piccolo stillicidio destabilizzante per molti, specie chi aveva iniziato da poco ad usare la 2.79. Ma, ripeto, ci sta. Qui si “contesta” (mi si passi il termine) il modo con cui continue release vengono rilasciate e contenenti modifiche non importanti, tralasciando funzioni secondo me primarie da implementare e gestire. Lo faranno, certo, ma mettere sul mercato un programma che probabilmente all’inizio non avrà tool importanti (Volume Absorption non funzionante, messa a fuoco, dinamiche varie…), o difficilmente rintracciabili, che non supporta più il 90% degli addons (inclusi quelli nativi come Windows generator etc) mi sembra una mossa azzardata.

    Credo che, invece di iniziare con un marketing sfrenato un anno prima (con le idee offuscate) decantando Clay come il 50% del futuro e poi scomparso (almeno nel nome), avrebbero potuto prima fissare le idee definitive o quasi, rilasciando parziali tutorial sulle novità. Cosa che è stata fatta, ma che puntualmente non è più valida nella maggior parte dei casi.

    Ma, insomma, ne usciremo vivi alla fine.

    #583393

    Non metto in dubbio che si tratta di un bel passo avanti. Si sono rimangiati vecchi preconcetti grafici (tipo le icone), adattandosi a un’interfaccia più user friendly e in linea con altri software. Stanno tentando di essere più commerciali e questo va bene. Il problema è l’organizzazione del lavoro (enorme, sì, ma molto fumoso, confuso). Pensiamo ad esempio al gran clamore dei primi mesi. Video settimanali di Francesco Siddi e Pablo Vazquez che parlavano di qualcosa che in effetti non conoscevano (col senno di poi), che non avevano minimamente chiara per come sarebbe venuta fuori. bella, elegante, per carità, ma ancora infinitamente indietro. Per mesi hanno concentrato il lavoro “visibile” su “dove ti piazzo il menu delle Modalità”… Ma chissenefrega…? Insomma: scegli un punto e basta. A chi giova scaricare ogni giorno una release e scoprire che gli sforzi delle ventiquattrore precedenti si sono concentrati sul colorare le icone dei menu della Tool Shelf (che poi sarebbero nuovamente cambiati tre giorni dopo? Siamo andati avanti per mesi così e ancora siamo in alto mare su molte cose. Parliamoci chiaro, sta cosa del tasto destro era così fondamentale? Ancora parliamo del tasto destro, invece di rimuovere una volta per sempre questa preistorica fissazione? E, come dice CyberJabba, ancora nulla sulla conversione Mesh-Curve, il salvataggio delle shortcut che non si salva al riavvio del del programma? E Smooth e Flat ancora celati misteriosamente in un menu… E i pulsanti Render in un altro… E Volume Absorption in Eevee non funziona… però si concentrano sulla Viewport cambiandola ogni santo giorno. Vuoi mettere? Provate a chiedere e a segnalare bug ai developer: non sanno neppure cosa rispondere…

    In sostanza, ne verrà certamente fuori qualcosa di degno, probabilmente di grande e alla fine forse le aspettative non saranno deluse, ma io non ho mai visto in nessun programma al mondo (open o non open) una simile disorganizzazione. Prendete qualsiasi programma da iClone, a Autocad, da Substance Painter a Photoshop. Cambi versione? Bene. Un mese prima esce una demo riepilogativa con le modifiche e le novità e quelle sono! E la gente ci fa la bocca lo stesso. Così, invece, è soltanto uno stillicidio.

    Aspettiamo (e intanto usiamo la 2.79 che va alla grande)!

    #583374

    Non è che si seleziona con SHIFT…

    Praticamente quando nella Tool Shelf è selezionata l’icona del cursore, questo può essere posizionato con LBM, mentre gli oggetti si selezionano con CTRL+LBM (SHIFT+LMB per selezione multipla).

    Invece, se selezioniamo l’icona SELECT BOX (consiglio di salvare di default questa impostazione) la selezione avviene naturalmente con il tasto che avete scelto di usare.

    Comunque, detto tra noi… stanno continuando a “Giocherellare” con queste scemenze futili (come lo spostare i menu e altre scempiaggini) e non si preoccupano di rendere fruibili decine di strumenti che al momento non funzionano e di ripristinare le shortcut. Vogliamo parlare dei pulsanti Smooth/Flat che sono stati relegati nel Menu “Object”…?

    Io non so a voi, ma questa versione è solo “bella” a vedersi. Sarà anche non stabile e incompleta, ma mi sa tanto di “giocherello”. L’idea è che loro per primi non hanno le idee chiarissime sul da farsi. Lo dimostrano le centinaia di versioni e interfacce che mutano ogni giorno. Non vedo un progetto forte. C’è Eevee, d’accordo, grande cosa e al passo coi tempi. Ma il motore è nettamente inferiore a Cycles. Mi chiedo se non sarebbe stato meglio intervenire su Cycles rendendolo realtime. Al momento Eevee è un buon motore non diverso da quello di Unreal Engine 4. Le volumetrice sugli shader non funzionano (provate a fare il vetro coi bordi verdi). Inoltre la funzione di salvataggio delle shortcut non viene salvata in nessun modo al riavvio del programma. Eppure continuano a spostare icone e menu n giro per l’interfaccia invece di intervenire su ciò che conta sul serio… Bho… Sono perplesso. E destabilizzato.

    #563878

    Il quinto volume di Blender – La Guida Definitiva (cartaceo e pdf) ha un capitolo su Blender 2.8 aggiornato al mese di maggio 2018.

    #529747

    Su http://www.blenderhighschool.it

    #521220

    In ogni caso, credo che ci sia un problema con la visualizzazione Rendered (SHIFT + Z). L’ho testata su un PC e su un MAC e non renderizza nulla, se non lo sfondo checker della trasparenza.

    #521213

    Ciao Riccardo,

    ho scaricato la 2.8 con l’intento di studiarmela con largo anticipo.

    Tuttavia, non mi sembra che si siano queste grandi novità, a parte due nuovi motori di rendering che crashano.

    In un paio di immagini in rete ho visto una nuova interfaccia con icone e organizzata in modo un po’ differente rispetto adesso.

    Ho seguito le parole di Vazquez in cui parlava di riorganizzazione del programma ex novo, con eliminazione di voci ove non inerenti con lambiente (esempio: via il Motion Tracking in ambiente Modeling) etc…

    Tutto questo non c’è.

    Volevo chiederti, se ne sei a conoscenza, se questa versione in fase di sviluppo in realtà non è neppure lontanamente simile a ciò che uscirà in futuro oppure se quanto circola in rete (nuova UI) in realtà è un fake o un tentativo di sviluppo parallelo di qualche programmatore esterno, un po’ come Price che 3 anni fa  presentava la sua visione dell’interfaccia di Blender.

    Grazie!

    Andrea

    #520017

    HAI VINTO!!!!!!

    #519957

    Leva SLI. Non lo vede proprio.

    Dal driver Nvidia dovresti attivare le due schede per il rendering. Poi vai in Blender in User Preferences e imposta System come CUDA con tutte e due le schede.

    Dovrebbe vederle senza problemi.

    #511870

    Ho risolto ieri sera.

    Il sistema operativo e i monitor non c’entravano nulla: ho tolto la spunta “Esegui come Amministratore” nelle proprietà del file blender.exe ed ha funzionato. La cosa rimane strana lo stesso, ma l’importante è che funzioni!

    Grazie lo stesso!

    Ciao!

    #511774

    Hai ragione…

     

    Windows 8.1 64 bit
    CPU i7 3930 K
    32 GB RAM 2666
    HD SSD
    Scheda video per i soli monitor GT545 3GB
    2 schede video solo per rendering GTX770 4GB
    Blender 2.78a

    #510403

    E’ come dici tu. Dai test che ho fatto, la RAM non si somma neanche in SLI. Ciò significa che si tratta esclusivamente di due metodi diversi di lettura (in serie, SLI, o in parallelo, no SLI).

    Con la SLI Blender non cambia impostazioni, in pratica non contempla questa tecnica.

    I software che gestiscono questo collegamento dovrebbero una sola scheda che gestisce le altre in cascata.

    #510309

    Direi che una scheda di controllo monitor fuori dal calcolo GPU sia fondamentale.

    #510275

    Infatti la tecnologia cuda core di Nvidia è maggiormente indicata per il motore di rendering Cycles.

    #220073

    Ciao,

    Io uso un I7 con 16Gb ram equipaggiato con due schede video:

    – una Geforce GT 545 con solo 384 cuda core e 3 GB di RAM che uso per Windows e per monitor

    – une Geforce GTX 770 con oltre 1550 cuda core e 4 GB RAM che uso solo per renderizzare e per la preview in 3D View.

    Ora, io so che per gestire al meglio la potenza di due schede video in parallelo (gestite via sw), queste dovrebbero essere uguali, stesso modello.

    Per curiosità  ho eseguito alcune prove a 2000 campioni renderizzando il cubo iniziale di Blender in tre modalità .

    – rendering in CPU. Tempo di renderizzazione 1’48”

    – rendering in GPU della Geforce 545. Tempo di renderizzazione 0’48”

    – rendering in GPU della Geforce 770. Tempo di renderizzazione 0’12”

    – rendering in GPU delle due schede video insieme (545+770). Tempo di renderizzazione 0’11”.

    Ho guadagnato un secondo su una scena semplicissima.

    Mi chiedo? Come è possibile? Non dovrei avere un “tappo”, un imbuto, una strozzatura della scheda inferiore?

    Qualcuno sa darmi una risposta e un parere in merito?

    Uso Blender da un po’ e tengo anche dei corsi, ma mi trovo impreparato e sorpreso da questo risultato.

    Ciao, grazie.

    Andrea

Stai vedendo 19 articoli - dal 1 a 19 (di 19 totali)