BLENDER 2.8 ALPHA 2 E NUOVA ROADMAP

Come era facilmente prevedibile, diversamente da quanto previsto inizialmente, non è fattibile la pubblicazione in agosto di una versione Beta allo stato attuale dello sviluppo poichè molto rimane ancora da fare.

 

Il gruppo che lavora al open movie Spring sta attualmente utilizzando Blender 2.8 in produzione, risultando un aiuto prezioso per ottimizzare il nuovo grafico delle dipendenze ed altri strumenti affinchè siano in grado di gestire scene complesse durante la produzione.

 

Dalla prima versione Alpha circa un mese fa, l’aggiunta principale è stata il nuovo Grease Pencil che ha trasformato Blender in un vero e proprio strumento di animazione 2D. Altri sviluppi importanti hanno incluso subdivision surface usando Pixar’s OpenSubdiv, una cache leggera per EEVEE, migliori matcap in bundle e un nuovo benchmark di Blender. Sono stati integrati tre progetti Google Summer of Code: Principled Hair shader per Cycles, miglioramenti del modificatore di Bevel e strumenti di modifica delle normali .

 

Pertanto, questa è la nuova roadmap:

13 Agosto: Blender 2.80 Alpha 2. Scaricabile dal sito: builder.blender.org.
Fine di Ottobre: Blender 2.80 Beta at the Blender Conference.
Inizio 2019: Blender 2.80 stabile.
2019: Blender 2.81, 2.82, .. per includere quelle funzionalità non presenti nella prima release.

 

Nelle prossime settimane gli sviluppatori si concentreranno nel completamento di altre funzionalità, incluse:

  • Tool system and gizmos.
  • Subvision surfaces and multi-resolution modifier using Pixar’s OpenSubdiv.
  • Polishing the top-bar, status bar, tool settings and related UIs.
  • EEVEE and viewport support for more GPUs, and minor new features.
  • Production-ready static overrides to replace the proxy system.
  • Modifiers in edit mode.
  • Default Workspaces and environment maps.

In questo video Breckt Van Lommel ci spiega perchè le scadenze previste sono state posticipate:

 

Link all’articolo: https://code.blender.org/2018/08/blender-2-8-planning-update/

 

A cura di Riccardo Giovanetti (Harvester)