Fireflies e Noise! Consigli utili

A cura di Andrea Rotondo

BlenderGeek (https://www.facebook.com/groups/134106979989778/)

ART di Andrea Rotondo (http://www.art-tech.it)

Introduzione

Cycles, lo conosciamo bene. Il motore interno a Blender in grado di renderizzare tramite l’algoritmo Path Tracing.

Questo algoritmo permette d’avere risultati fotorealistici in quanto gestisce l’illuminazione globale molto fedelmente alla realtà. Fondamentalmente questo algoritmo è l’integrazione della illuminance (non ho trovato un termine italiano che rendesse l’idea), del singolo punto (di luce) quando impatta sulla superficie di un oggetto.

Questa modalità di render aumenta molto la qualità del risultato finale, ma essendo un motore Unibiased, i calcoli che deve realizzare per ottenere il risultato sono moltissimi, aumentando così (ufficialmente a livello infinito) i tempi di render.

Ecco perché in tutti i programmi (Blender compreso) di grafica 3D che gestiscono motori Unibiased vengono inserite il numero di interazioni massime da applicare al singolo fotogramma. Meno samples di mettono e più la nostra scena avrà un fastidioso NOISE.

Altra problematica del sistema Path tracing sono i Fireflies, ovvero punti bianchi dati dalla riflessione della luce su altri oggetti  dati da oggetti molto riflettenti, come specchi, materiali metallici o altro.

Le soluzioni proposte non sono le uniche possibili. Sono solo quelle che attualmente utilizzo per ottimizzare i miei lavori con risultati migliori.

Soluzioni

Come risolvere quindi questi problemi? Vi sono una serie di accorgimenti da adottare per aumentare la definizione della nostra scena, senza aumentarne drasticamente i tempi di render.

Fireflies

Analizziamo la scena qui sotto riportata. Si hanno due oggetti molto semplici, un cilindro e un piano. Il cilindro con un Glossy con una Roughness pari a zero.

 

image05

Figura Fireflies A

Avremo sicuramente notato dei fastidiosi punti bianchi che vanno a rovinare la nostra scena. Questi punti bianchi dati dalle caustiche vengono definiti Fireflies. Come si possono eliminare? Come detto vi sono una serie di accorgimenti che si possono utilizzare. Il più comune e quello più usato è la modifica del CLAMP direct e CLAMP indirect.

Questa opzione nasce proprio per risolvere il problema dei Fireflies e la troviamo sotto Il pannello RENDER -> SAMPLING.

Il valore Direct va a ritoccare i punti causati dalla luce diretta. Indirect dalla luce indiretta.

Notiamo lo stesso valore con un valore di 0.10 in tutti e due i campi (figura fireflies B ) . Il Fireflies è sparito!

Meglio però non abusarne perché il risultato finale potrebbe essere compromesso dalla perdita di luminosità in altri parti della scena.

image03

Figura Fireflies B

Altra soluzione è la disattivazione di Reflective Caustics e Refractive Caustics sotto il pannello RENDER -> LIGHT PATHS. Anche in questo caso i puntini bianchi sono spariti. (Figura Fireflies C)

image04

Figura Fireflies C

Ancora un’altra soluzione è quella di aumentare la dimensione della luce (sempre che la scena lo permetta). Più la luce è grande e meno Fireflies vengono prodotti.

Stesso accorgimento se si usa una luce POINT/SPOT/AREA disattivando il MULTIPLE IMPORTANCE

Sotto Pannello LIGHT.

image00

 

NOISE

Altra nota dolente che spesso scoraggia chi usa all’inizio Cycles è il forte Noise che arriva nelle immagini.

In primis una scena normale viene renderizzata con un SAMPLE pari a 1000.

Per modificare questo valore bisogna andare in RENDER -> SAMPLING -> SAMPLES RENDER-> 1000.

Questo comporta una forte lentezza nel render, ma con le GPU di adesso non si sente più di tanto.

image01

Figura Noise A

Normalmente il Noise viene dato da un’illuminazione molto debole. Quindi possiamo iniziare ad aumentare il Filter Glossy che si trova sotto il Pannello Render -> Light Paths -> Filter Glossy (figura Noise A)

 

A cura di Andrea Rotondo

BlenderGeek (https://www.facebook.com/groups/134106979989778/)

ART di Andrea Rotondo (http://www.art-tech.it)

 

Lascia un commento